memoria e generazioni (la mia)

Non so se i quarantenni di oggi sono una generazione. Forse quelli che sono passati e rimasti un po’ a Bologna durante gli anni cruciali della loro formazione hanno qualche chance di esserlo. Per quanto mi riguarda, penso a quelli cresciuti all’ombra delle storie di Magnus. Anche se non posso non ricordare che Magnus (Kriminal e Alan Ford) è entrato nella mia immaginazione grazie alla passione per i fumetti di mia madre (tutt’altra generazione).
magnus_mostra.gif
Magnus è oggi ricordato da una mostra all’interno del primo Festival internazionale del fumetto che si terrà a Bologna dal 14 al 18 marzo, non a caso qui, in una città che ha tantissimi difetti, ma ha saputo mantenere nel tempo il suo amore per il fumetto.

Aggiornamento di maggio: vista la mostra, Magnus meritava decisamente di meglio. Molto più bella, incomparabilmente, la mostra sul lavoro a fumetti che gli ha dedicato Toffolo.

Annunci

0 Responses to “memoria e generazioni (la mia)”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




DasBuch

Flickr Photos

Altre foto
Creative Commons License
Immagini e testi in questo blog, ove non specificato diversamente, sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: