la memoria di Rosa

A Berlino, la seconda domenica di gennaio è dedicata al ricordo di Rosa Luxemburg e Karl Liebknecht, spartachisti assassinati il 15 gennaio 1919, due settimane dopo la fondazione del partito comunista tedesco. Non stupisce che la commemorazione fosse un momento sancito dal calendario della scomparsa Repubblica Democratica Tedesca, che annoverava queste due figure tra i luoghi della sua memoria culturale. Con la dissoluzione dello stato socialista, anche la festa è scomparsa dal calendario ufficiale, come spesso accade con i cambiamenti di regime. Fa quindi notizia – tanto che ne scriveva ieri il Corriere della Sera – che da qualche anno per l’anniversario si mobiliti una folla consistente: domenica scorsa i partecipanti erano tra gli 80.000 e i centomila, non solo tedeschi, ma anche spagnoli, francesi e italiani (ma lo stesso Corriere riportava una cifra analoga nel 2001). Questo fa parlare di revival, parola un po’ inadeguata direi, trattandosi di Rosa Luxemburg. Uccisa 89 anni fa a Berlino e gettata nella Sprea. Che voglio qui ricordare.

monumentorosa.gif

Ludwig Mies van der Rohe, il monumento a Rosa Luxemburg e Karl Liebknecht, costruito a Berlino nel 1926 e successivamente demolito

0 Responses to “la memoria di Rosa”



  1. Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




DasBuch

Flickr Photos

Altre foto
Creative Commons License
Immagini e testi in questo blog, ove non specificato diversamente, sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: