giornata della memoria

Che dire. Se l’invenzione della giornata della memoria serve a far fare gite scolastiche ad Auschwitz, ben venga. Ma a parte ciò, che dipende poi dalla buona volontà degli insegnanti, non mi pare sia una grande idea. Un’altra festa, insomma. No comment.

Oggi ero nei boschi intorno a Bologna, e Marco ci ha fatto scoprire tutte le trincee che avevano scavato i tedeschi durante la lunga permanenza del fronte in Appennino, prima della liberazione dell’aprile 1945. Ecco il mio post per la giornata della memoria.

montemario.gif
trincee tedesche su Monte Mario

4 Responses to “giornata della memoria”


  1. 1 omniaficta gennaio 27, 2008 alle 8:29 pm

    Credo che il senso di questa giornata abbia anche a che fare con il tempo che passa. Ci allontaniamo dagli eventi, i testimoni invecchiano e muoiono, continuano tentativi revisionisti spudorati e mostruosi. Bisogna dunque fare qualcosa per riproporre la memoria come verità condivisa. Anche correndo il rischio di scadere in una ritualità (negativamente) retorica.
    Per cambiare argomento. Considerato che gli argomenti del tuo blog mi interessano molto, ho aggiunto lamemoriadellecose al mio blogroll. Spero che non ti dispiaccia.
    saluti da omniaficta (Fabio)

  2. 2 Roberta Bartoletti gennaio 27, 2008 alle 8:44 pm

    @Fabio: concordo, scomparendo le memorie vive è necessario mettersi al riparo. la shoah non va certo dimenticata, ma mi irrita notare quante memorie fondanti sono state travolte dall’oblio, nel frattempo. e non solo per distrazione. per il blogroll, grazie.

  3. 3 Lapilli gennaio 28, 2008 alle 5:49 pm

    io credo sia una buona idea se accompagnata dalla reale volontà di non dimenticare.

    Ho riflettuto molto rivedendo Schlinder’s list ieri sera. Ho ripreso in mano Modernità e Olocausto di Bauman ed ho nel cuore le parole di Fiamma Nirenstein sull’antisemitismo contemporaneo.

    A me è servita per pensarci un po’. Nessuno pensa all’Olocausto tutti i giorni, troppi l’hanno dimenticato, altri persino negato.
    Evviva, dunque, il giorno per ricordare.


  1. 1 Contro l’invisibilità: memoria ovvero memorie « i confini della comunicazione Trackback su gennaio 29, 2008 alle 11:32 pm

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




DasBuch

Flickr Photos

Altre foto
Creative Commons License
Immagini e testi in questo blog, ove non specificato diversamente, sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: