memoria breve e investimenti di lungo periodo

che i nostri governanti abbiano qualche problema con la memoria lo sospettavamo, diciamo che lo sapevamo veh.

Faccio discorsi che a volte paiono ideologici, generici, astratti. Allora ringrazio un amico economista che dall’alto della sua autorevolezza – se volete conferme cercate il suo nome su wikipedia – è intervenuto alla Radio Svizzera con un articolo letto e scaricabile da lunedì 21 settembre come podcast qui.

La notizia è che la Svizzera ha superato gli Stati Uniti nella classifica dell’indice della competitività globale. Che ci interessa della Svizzera, direte voi (forse).
Guardando le componenti dell’indice, capiamo che tra i punti forti alla base della competitività svizzera ci sono l’alta qualità dell’educazione e la solidità delle istituzioni. Questo indice in generale ci dice dell’importanza delle politiche di investimento con un occhio al lungo periodo, da fare soprattutto in tempi di crisi. Ci sono tempi di semina e tempi di raccolto. L’Italia occupa oggi il 48esimo posto della classifica relativa all’indice di competitività globale, e sta dietro a paesi ben più poveri come Tunisia ed Estonia, per non parlare della Cina, tanto per fare un paio di esempi. Questa misera posizione è motivata tra l’altro dalla bassa propensione all’innovazione e dalla scarsa qualità del sistema educativo, dagli scarsi investimenti in formazione di capitale umano, cruciale per lo sviluppo e l’innovazione di un paese, oltre che da altri fattori che l’economista non dimentica di sottolineare.
In tempi che dovrebbero essere di semina, in tempi di crisi in cui si dovrebbero fare gli investimenti di lungo periodo, i nostri ministri tagliano non solo gli investimenti, ma anche le spese correnti dedicate all’educazione.
E il ministro Tremonti chiede agli economisti di tacere un anno o due. Ma non era economista pure lui? 😉

Ecco perchè invece che ascoltare Tremonti, preferisco farvi ascoltare Zilibotti. Sarebbe meglio che fosse andato all’estero il primo anzichè il secondo, ma evidentemente questo non è un posto per cervelli che ragionano, ma di ministri che parlano chiedendo agli altri di tacere.

0 Responses to “memoria breve e investimenti di lungo periodo”



  1. Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




DasBuch

Flickr Photos

Altre foto
Creative Commons License
Immagini e testi in questo blog, ove non specificato diversamente, sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: