Archive for the 'conversazioni dal basso' Category

mondi virtuali?

Il tavolo degli avatar di Sl alla cena dell’Acabarcamp, Urbino 11 ottobre 2008.
Lasagne alle melanzane, riso al limone, arrosto con patate, casciotta con insalata, crostata e uva. Vino rosso e bianco, acqua gassata e naturale. Caffé.

Se questi vi sembrano mondi virtuali, forse li avete frequentati poco.

ulteriori evidenze qui

Aggiornamento: altre evidenze esplicite qui.

Ritornano le conversazioni dal basso

E’ ormai un appuntamento fisso, a Pesaro in primavera e a Urbino in autunno.
Domani 9 maggio, dalle ore 10, docenti e studenti dei corsi di laurea in comunicazione dell’Università di Urbino (facoltà di sociologia) conversano con blogger ed esperti di social media. Alcuni di questi blogger sono giornalisti, come Massimo Russo, ormai membro dello staff delle conversazioni dal basso, e Vittorio Zambardino, che abbiamo voluto invitare a tutti i costi, insistendo anche un po’ 😉 , perchè ci parlasse del suo bilancio dell’esperienza di Netmonitor, che abbiamo seguito con passione e divertimento, e che ci è sembrata molto positiva. E molto coraggiosa, ho già avuto modo di scrivere qui. Nella conversazione dedicata al rapporto tra classici media di informazione e social media in relazione all’ultima campagna elettorale italiana oltre a me, loro e agli studenti Thomas ed Edoardo saranno protagonisti Nicola Mattina e Antonella Napolitano, consulenti di comunicazione e social media che hanno lavorato al progetto del Sole24ore, 10 domande.
Che dire: vi aspettiamo!

la politica dei blog

Ieri Antonio Sofi era a lezione a Urbino, da Giovanni, a parlare di blog e politica. Non è mio compito né raccontare il seminario, né commentarlo. C’è chi lo farà molto meglio di me.

Voglio solo ricordare una affermazione di Antonio, per me cruciale, che da sola valeva il seminario: scrivere in un blog è un atto politico. Scrivere un blog è politica. Ho sentito che è profondamente vero, per me.

la modernità della politica

Ieri sera, complice la febbre, mi sono trovata a seguire l’ennesimo contenitore di informazione sulla politica in questa fase pre-elettorale. Veltroni a Tv7.

Veltroni ha detto una cosa molto rivelatrice, secondo me, sullo stato evolutivo attuale della politica: non ci sono più tribù (destra contro sinistra, nelle loro declinazioni contingenti), e il panorama politico attuale può così essere paragonato all’Europa di Schengen, senza barriere ai confini. Più precisamente, senza confini interni che siano minimamente vincolanti, minimamente significativi. Aggiungo: questo dal punto di vista della politica, ossia dei partiti. E’ ovviamente un punto di vista interno al sistema della politica.

(Per gli studiosi di Luhmann: è la memoria sociale in azione). Per questo non mi stupisco granché che il partito democratico sia in ascesa nei sondaggi (dato peraltro confermato da ciò che accade intorno a me). Decisamente un partito moderno. (Nota post: non lo dico con ironia).

PS: le “conversazioni dal basso” (seppur a-sincrone) sono evidentemente molto di moda, tanto da arrivare persino a Rai1: gli stessi telespettatori facevano le loro domande a Veltroni, sia tramite videoregistrazioni sia tramite e-mail. Anche questo si può fare.

la festa è finita

ma no, dai! continua ad aprile 2008, me l’ha promesso Fabio.
Ieri si è però conclusa una tappa significativa delle conversazioni dal basso: la caccia al tesoro (difficilissima: non ho potuto giocare perchè condividendo la stanza con Fabio e Luca avevo troppe tracce, mica vero, non ho capito molto neanche adesso). Si è concluso anche il festival con la consegna dei blog awards, altra scommessa: ma evidentemente ci piace fare le cose difficili (candidature dal basso e selezioni dal mezzo).
Il mio bilancio: mi sono divertita molto, durante la caccia al tesoro (basta vedere quante foto ho fatto, ne ho caricate 52 55 su Flickr), soprattutto grazie alla squadra 6, che non ha vinto ma era veramente simpaticissima. L’abbiamo un po’ tallonata, insieme a Lele (che forse si merita una foto di una scarpa per la simpatica compagnia), Massimo e Barbara, come si intuisce da qualche foto.

squadra6_1.gifsquadra6_2.gif

Mi sono divertita anche durante la lettura dei blog candidati, non sempre, ma ho fatto scoperte veramente interessanti: credo continuerò a seguire Elastigirl (che finora non aveva mai vinto, dice, nemmeno un pelouche alla festa dell’Unità), e non mi stupirei di vedere un giorno un bel libro che raccoglie le sue storie quotidiane*. Ho fatto i miei complimenti (per quel che vale) a Gianluca, il cui blog era quello con maggior punteggio nella mia paletta nella categoria azienda e marketing. Dimenticavo le gatte: sempre fierissima dei nostri Kinder, anche quando ormai sono assai cresciuti come loro.
Poi, ho conosciuto o conosciuto meglio persone di cui leggo, più o meno assiduamente, i blog, e questo è sempre bene: in particolare contenta di aver incontrato Valentina, certa che questo è solo l’inizio, e di aver prestato la macchina (fotografica, quella vera) ad Antonio, che se mi manda un indirizzo postale forse riceverà qualche immagine su carta (quella vera).
I ringraziamenti: ha già fatto tutto boccia, io confermo il mio supporto anche per l’edizione prossima, e ho già fatto una piccola proposta. La sfida è quella di continuare a fare le cose seriamente senza prendersi troppo sul serio.

nausea da blog

dopo aver letto oltre 200 blog diversi – mi gira la testa e vedo triplo – mi preparo a tornare a Urbino, per vedere se esistono davvero, ‘sti blogger: e se, oltre a scrivere (ma quanto/i scrivono?!), fanno anche cose normali tipo giocare, mangiare, parlare, ecc.
Domani caccia al tesoro e domenica mattina (ma guarda te se non avevo niente di meglio da fare di domenica) blog awards. tutto per un coniglio (in realtà, 10 conigli). e qualche intervista, mi dicono. io però domani allora faccio la blogger, così almeno mi riposo, rispondo solo alle domande della Gemini. data la faticaccia di questi giorni, ho persino le occhiaie = physique du rôle. e faccio qualche foto, ovvio.

roberta_fotografa.gif

ps: lo so, post inutile, ma … volevo vendicarmi un po’.

roberta-exfotografa.gif

regala un coniglio parlante…

…e lampeggiante al tuo blogger preferito. Fino al 10 ottobre potete segnalare un blog al festival di Urbino, per informazioni ecc. clicca qui

coniglio_small.gif

Post Scriptum: il festival dei blog di Urbino non è una pataccata né una trovata del marketing, bensì è il secondo momento di riflessione (e gioco) a partire dai blog organizzato dal gruppo di ricerca LaRiCA della facoltà di sociologia dell’Università di Urbino, che segue il workshop di aprile 2007, tutto sotto il nome Conversazioni dal basso. Non si era capito?


DasBuch

Flickr Photos

Creative Commons License
Immagini e testi in questo blog, ove non specificato diversamente, sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons