Posts Tagged 'linkedin'

memorie dal basso

La rete, con tutte le sue piattaforme aperte alla produzione di contenuti da parte degli utenti, è diventato un luogo della memoria. Un luogo dove i ricordi possono essere oggettivati nella scrittura e nelle immagini. Dove possono essere conservati/recuperati e resi visibili agli altri.
Era implicito, ma ancora non l’avevo mai espresso esplicitamente.
In altre parole la rete offre una nuova possibilità alla memoria individuale e a quella collettiva: non lasciarsi de-scrivere solo dagli altri. Dalla politica, dai media mainstream, dai libri scolastici, dai monumenti…
In fondo la rete consente agli utenti di fare da soli il lavoro che un tempo facevano etnografi appassionati della cultura popolare, delle culture subalterne. Oggi chiunque di noi abbia una nonna con una storia da raccontare, da salvare dall’impermanenza della vita individuale, può attrezzarsi di videocamera e consegnare il racconto di una vita a un sito come la banca della memoria. Come ha fatto A., come non posso più fare io, ma come possono fare molti di voi.

Di questo ed altro – sullo sfondo del web sociale e dei cosiddetti archivi sociali – ho pensato di parlare martedì prossimo a Roma, nella tavola rotonda che seguirà la conferenza di Pierre Sorlin.


DasBuch

Flickr Photos

Altre foto
Creative Commons License
Immagini e testi in questo blog, ove non specificato diversamente, sono pubblicati sotto una Licenza Creative Commons